Iniziative - IL portale Italiano del Lavoro Dignitoso

 
 
 

Iniziative

 
 

Donne che vincono: ANMIL, INAIL e Miss Italia insieme per le vittime del lavoro


Sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tutela della salute e della sicurezza delle donne sul luogo di lavoro, è questo l'obiettivo del calendario foto-biografico “Donne che vincono” realizzato dall'ANMIL, in collaborazione con INAIL e Miss Italia.
Dodici foto, dodici donne che hanno vinto la difficile sfida di ricominciare a vivere dopo gravi incidenti sul lavoro, preservando la loro femminilità e il loro ruolo all'interno della famiglia. Accanto a loro dodici giovani Miss che hanno scelto di rimanere in secondo piano per puntare i riflettori sul tema della salute e sicurezza e, in particolare, sulla condizione della donna che lavora e si infortuna. Ogni foto è accompagnata dal breve racconto della storia delle protagoniste e da alcune “pillole” in tema di prevenzione degli infortuni.
“Per far conoscere i risvolti nella vita di una donna all’indomani di un infortunio sul lavoro, dove al danno si aggiungono fattori di discriminazione che influiscono nella sfera sociale e lavorativa, è determinante avvalersi di sinergie straordinarie”, ha dichiarato il Presidente dell’ANMIL Franco Bettoni. L'iniziativa, patrocinata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministro per le Pari Opportunità, è il risultato finale del concorso “Foto-biografia” lanciato dall'ANMIL a marzo di quest'anno.



 
 

Ambienti di lavoro sani e sicuri: la Campagna europea sulla manutenzione sicura


La manutenzione è un processo fondamentale per preservare la sicurezza e la salute sul lavoro. La mancanza di una corretta manutenzione può causare situazioni di pericolo provocando incidenti e problemi alla salute dei lavoratori. Allo stesso tempo si tratta di un'attività pericolosa che deve essere realizzata in piena sicurezza: si stima che circa il 15-20% degli infortuni e il 10-15% delle morti sul lavoro sia collegate ad operazioni di manutenzione. Per tutte queste ragioni l'Agenzia Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) ha deciso di incentrare la Campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri” per il biennio 2010-2011 sul tema della manutenzione sicura. La Campagna, che coinvolge 53 partner fra imprese e associazioni, si concluderà con un Summit internazionale il 22 e 23 novembre a Bilbao. Esperti e policy makers europei discuteranno dei risultati della Campagna e delle strategie future nel campo della manutenzione sicura come fattore chiave per promuovere buone pratiche in materia di sicurezza e salute sul lavoro.


 
 

Lavoro, partecipazione e democrazia: il Convegno delle Acli a Londra


Dal 6 al 9 ottobre le Acli (Associazioni cristiane dei lavoratori italiani), con la collaborazione del Centro europeo per i problemi dei lavoratori (Eza), organizzano a Londra un Seminario internazionale dal titolo "Work, partecipation, democracy, people, rights, civil economy". L'obiettivo è quello di discutere delle principali sfide legate al mercato del lavoro attuale: condizione giovanile e donne nel mercato del lavoro europeo; politiche attive del lavoro e riduzione delle disuguaglianze sociali; nuove forme di rappresentanza e rapporto tra lavoro, partecipazione e democrazia.

L'evento, inoltre, fornirà l'occasione per fare il punto sulla presenza delle Acli nel mondo e sulle condizioni dei lavoratori italiani all’estero in tempo di crisi.


 
 

Conferenza di alto livello dell’ILO sulle prospettive economiche, occupazionali e sociali in Europa


Il 3 e 4 ottobre 2011, si terrà a Ginevra la Conferenza di alto livello dell’ILO, organizzata dall’ufficio regionale dell’ILO per l’Europa e l’Asia Centrale e dall’Istituto Internazionale di Studi Sociali dell’ILO. L'iniziativa riunirà quindici esperti internazionali oltre che rappresentanti di governi, membri del Parlamento Europeo, datori di lavoro e lavoratori, per discutere e sviluppare soluzioni attraverso le quali la Regione possa raggiungere l’uguaglianza sociale, la centralità dell’occupazione e una maggiore competitività.


 
 

XIX Congresso mondiale sulla sicurezza e la salute sul lavoro: 11-15 settembre 2011


Circa 3000 responsabili politici, esperti, dirigenti d’impresa e sindacali provenienti da oltre 100 paesi si riuniranno a Istanbul, Turchia, dall’11 al 15 settembre per partecipare al XIX Congresso sulla sicurezza e la salute nel lavoro. Il Congresso, il cui titolo è “Costruire una cultura globale di prevenzione per un futuro salubre e sicuro”, è co-organizzato dall’ILO e dall’Associazione Internazionale per la sicurezza sociale (ISSA), in collaborazione con il Ministero del lavoro turco.
Il Congresso si tiene ogni tre anni e costituisce l’evento più grande su scala mondiale sul tema degli incidenti nel lavoro e delle malattie professionali. La Dichiarazione di Seoul sulla sicurezza e la salute nel lavoro, adottata nel corso del XVIII Congresso del 2008, riconosce per la prima volta in un documento internazionale il diritto ad un ambiente di lavoro sicuro e salubre come diritto fondamentale dell’uomo.



 
 

Clean Clothes Campaign: il lavoro dignitoso nel settore dell'abbigliamento


La Clean Clothes Campaign (CCC) è un'iniziativa volta a migliorare le condizioni di lavoro e a supportare l'empowerment dei lavoratori del settore dell'abbigliamento, in particolare quello sportivo. Dal 1989, la CCC lavora per assicurare che i diritti fondamentali dei lavoratori siano rispettati attraverso attività di informazione e sensibilizzazione dei consumatori, delle aziende e dei governi e assiste direttamente i lavoratori nella loro battaglia per il riconoscimento dei propri diritti e per migliori condizioni di lavoro.

Presente in 14 paesi europei, la CCC è un’alleanza di organizzazioni provenienti dal mondo del sindacato e del no-profit che si occupano di un ampio spettro di tematiche e si basa su una rete di più di 200 partner nei paesi di produzione che hanno il compito di identificare problemi e obiettivi. In Italia la Campagna Abiti Puliti è promossa da una coalizione di ONG, fra cui Fair, Manitese, Ctm-Alromercato e Fondazione Cuturale Responsabilità Etica.

Fra le recenti azioni promosse dalla CCC vi è la campagna internazionale "Stop the Killer Jeans!" contro la sabbiatura dei jeans , in inglese sandblasting, una tecnica particolarmente pericolosa per i lavoratori che, senza le adeguate protezioni, possono contrarre forme acute di silicosi, a volte anche mortali.



 
 

La disoccupazione e l'inattività giovanile: cause, conseguenze e risposte


Il 29 e 30 agosto Adapt (Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del Lavoro) organizza, in collaborazione con l' UNAM-Università nazionale autonoma del Messico, un Convegno internazionale per analizzare in un’ottica globale le cause, le conseguenze e le possibili soluzioni al problema della disoccupazione e inattività giovanile, attraverso un approccio comparato e interdisciplinare.
L'evento, che rientra nell'ambito del ciclo di conferenze internazionali di Adapt sul tema “Produttività, investimenti in capitale umano e la sfida dell'occupazione giovanile”, si svolgerà a Città del Messico e sarà patrocinato dall’Istituto Italo-Latino Americano (IILA) e dall’Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE).


 
 

Tour dell’Anno Europeo del Volontariato: la tappa italiana a Roma


Dall’11 al 14 luglio si svolgerà a Roma la tappa italiana del Tour dell’Anno Europeo del Volontariato, dal titolo “Responsabilità Sociale di Comunità = I volontari fanno la differenza”, organizzata dal Ministero del Lavoro in collaborazione con l´Osservatorio Nazionale per il Volontariato e la segreteria tecnica area Europa-Mediterraneo del CSVnet.

Il Tour è stata promossa dalla Commissione Europea che, per celebrare l’Anno Europeo del Volontariato, ha deciso di realizzare un evento itinerante nelle capitali dei 27 paesi dell’Unione con l’obiettivo di diffondere i valori del volontariato e della cittadinanza attiva.

I quattro giorni di incontri, dibattiti e eventi musicali e culturali che si svolgeranno a Roma rappresenteranno l'occasione per confrontarsi sulle esperienze di volontariato e di cittadinanza attiva e forniranno un’importante opportunità di avvicinamento al mondo del lavoro volontario per coloro che ancora non conoscono questa realtà.


 
 

Italia Lavoro e parti sociali insieme per censire la bilateralità


Italia Lavoro ha sottoscritto con le parti sociali ed i relativi enti bilaterali un’intesa per effettuare insieme il primo censimento nazionale della bilateralità attraverso la creazione di un sistema di monitoraggio che permetta la mappatura dei servizi erogati ai lavoratori e alle imprese aderenti dagli Enti bilaterali nazionali e territoriali.

Il patrimonio informativo così raccolto verrà, quindi, messo a disposizione dei cittadini, delle imprese, delle parti sociali e delle istituzioni, che potranno sfruttarlo per definire politiche, interventi e servizi. Il progetto, guidato da un Gruppo di Governance composto dai rappresentanti di ciascuna organizzazione firmataria, sarà presieduto da Italia Lavoro e realizzato da un Comitato Tecnico Nazionale.

All’intesa hanno aderito Rete Imprese Italia, Confindustria, Confapi, Legacoop, Agci, Confcooperative, Cgil, Cisl, Uil, Federmanager, Coldiretti, Confagricoltura, CIA, Federreti e Assolavoro.


 
 

“L’Italia sono anch’io”: la società civile per l'integrazione e la cittadinanza


Riportare all’attenzione dell’opinione pubblica e del dibattito politico il tema dei diritti di cittadinanza e la possibilità per chiunque nasca o viva in Italia di partecipare alle scelte della comunità di cui fa parte: è questo lo scopo della Campagna nazionale “L’Italia sono anch’io”, promossa da 18 organizzazioni della società civile, tra cui Acli, Arci, Caritas Italiana, Emmaus Italia, Libera e Ugl Sei.

La Campagna mira a rimuovere tutti gli ostacoli all’uguaglianza tra persone di origine straniera e italiana e promuovere la partecipazione e il protagonismo dei migranti in tutti gli ambiti sociali, lavorativi e culturali, coinvolgendo prima di tutto le istituzioni. In particolare, la Campagna vuole avviare un percorso che porti alla presentazione in Parlamento di due proposte di legge di iniziativa popolare: una per la riforma della normativa sulla cittadinanza ed una per riconoscere il diritto di voto ai migranti nelle elezioni locali.


 
 


Banner Iniziative